Contratto di governo pubblicato on line…..alcune considerazioni

Il nuovo “governo del cambiamento” ha tra i suoi principali obiettivi una profonda  trasformazione della normativa tributaria in essere, che non potrà non vedere  le Agenzie Fiscali protagoniste  .

Dalla bozza sottoposta al voto on line sembrano delinearsi due sole aliquote fiscali (al 15% e al 20% per persone fisiche, partite IVA, imprese e famiglie), accompagnate da un sistema di deduzioni per garantire la progressività dell’imposta; una novità non da poco rispetto al sistema attuale basato su varie aliquote ed un articolato sistema di detrazioni  .

Ma il piatto forte del nuovo governo dovrebbe essere il superamento della legge Fornero, con la conseguente  uscita dal mercato del lavoro di moltissimi colleghi, bloccati in prossimità “della meta” dalla precedente normativa.

Ciò consentirebbe di bandire   nuovi concorsi e di realizzare  una maxi – staffetta generazionale dando ossigeno ad un mercato del lavoro agonizzante,   affastellato  da leggi che non ne hanno consentito una reale  una ripresa, e che registra un tasso  di occupazione giovanile ben lontano dagli standard europei.

Nello specifico le parti politiche contraenti si impegnano a raggiungere l’obiettivo quota 100 (la possibilità di uscire dal lavoro quando la somma dell’età e degli anni di contributi del lavoratore è pari a 100) e l’obiettivo quota 41 (chiunque può andare in pensione quando ha raggiunto almeno 41 di contributi). Verrà anche prorogata l’opzione donna.

Siamo consapevoli che si delineano all’orizzonte  non poche   criticità attuative sotto vari profili: economici, politici, sociali, vigileremo affinché non ricadano esclusivamente  sui soliti noti e non piovano “dall’alto” senza un preventivo e costruttivo confronto i rappresentanti dei lavoratori, unici veri protagonisti del cambiamento.

                                      IL COORDINAMENTO NAZIONALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.