FLASH 2018 N 17 – POS e POT … ANCORA UNA PROROGA???

POS e POT … ANCORA UNA PROROGA ???

Una parte della carta stampata ha riportato la notizia che nel testo di bozza di un prossimo decreto fiscale, si accenna all’ipotesi di una proroga tecnica al 30 giugno 2019 delle POS e POT, al fine di consentire il reclutamento delle nuove posizioni organizzative POER previste nell’ultima legge di bilancio.

La proroga, quindi, non è del tutto scontata. Nell’attesa, questa Organizzazione Sindacale, nutrendo forti dubbi sulla costituzionalità delle POER, durante i vari incontri tenutosi sul tema, ha spinto per il completamento della procedura riguardante il nuovo sistema di classificazione (art. 12 del CCNL) indispensabile per la stipula del nuovo CCNI.

A quest’ultimo dovrà essere affidato il compito di rendere effettiva l’integrazione del personale proveniente dall’ex Agenzia del Territorio e di gettare le basi per l’inquadramento economico-giuridico di tutto il personale in ordine alla riorganizzazione dell’Agenzia in vista della prossima riforma fiscale.

Non vi sono dunque le condizioni politiche e tecniche per l’ennesima proroga anche perché la tornata estiva di incontri con la parte pubblica ha evidenziato la necessità di fissare regole e strumenti per reclutare il personale necessario a ricoprire le posizioni di vario livello professionale. L’ipotesi della proroga tecnica delle POT e POS non convince anche perché non è diretta a rivedere l’intero assetto delle Posizioni Organizzative, ovvero non coinvolge, ad esempio, quei Lavoratori formalmente incaricati di funzioni di responsabilità (Capi Team, Capi Area ecc.).

Ma soprattutto questo continuo “temporeggiare” lede i diritti dei tanti Lavoratori che da sempre aspirano ad una progressione di carriera e da sempre chiedono che questo debba avvenire attraverso un percorso lineare e rigoroso al fine di evitare di ritrovarsi di fronte il muro di un’ ennesima proroga “sempre in capo agli stessi”.

Tutto questo si inserisce in un contesto sociale pervaso da tensioni che trovano uno “sfogo” nella costante delegittimazione e diffamazione dei dipendenti dell’Agenzia delle Entrate, a sostegno dei quali abbiamo reclamato un intervento forte da parte di questa Amministrazione.

A difesa delle aspettative dei Lavoratori interverremo per scongiurare l’ennesima proroga, consci, invece, che occorre costruire in fretta un nuovo modello che sia finalmente diretto da criteri selettivi oggettivi e trasparenti che tutelino i legittimi aspiranti e che rafforzino l’immagine dell’Agenzia stessa.

Il Coordinamento Nazionale

FLASH 2018 N 17 – proroga POS e POT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.