POT = POER CONFINTESA FP DICE NO!!!!!

Nella riunione del 31 ottobre, il Direttore dell’Agenzia ha comunicato l’inserimento, nella procedura selettiva per l’individuazione delle POER, della prova scritta in aggiunta alla valutazione dei titoli e del colloquio pubblico (di matrice sindacale). Un tentativo che, se da un lato vuole evitare l’automatica trasformazione delle POS/POT in POER – e su questo punto concordiamo – non tiene però conto del fatto che, una volta pronto il nuovo sistema di classificazione del personale (il 25 ottobre u.s. c’è stato il secondo incontro tra le OO.SS. e l’ARAN), l’Agenzia sarà invitata a firmare il nuovo CCNI e – gioco forza – a concordare profili e mansioni. E dovrà obbligatoriamente rivedere l’intero assetto organizzativo. La fretta con cui l’Agenzia ha operato con le POT e POS, avvalendosi di un intervento legislativo su cui grava il sospetto di incostituzionalità, ha reso ancora più frammentata la III area mettendo i lavoratori in una inutile e frustrante competizione. Il funzionario dell’Agenzia delle Entrate – ma ancor più in generale il lavoratore dell’Agenzia – ha invece necessità di evolvere mediante percorsi oggettivi di carriera verticali ed orizzontali poggiati sulla formazione permanente. L’area quadri, una delle tante proposte formulate da CONFINTESA FP nella piattaforma contrattuale di comparto presentata nel mese di luglio 2018, ha il pregio di stabilizzare il rapporto e non rende precaria la prestazione lavorativa (le POER, invece, sono a tempo determinato) e può essere alimentata costantemente. E’ invece evidente la crisi che investe L’Agenzia con molte regioni ormai al collasso per la mancanza di nuovo personale il cui accesso –  dall’esterno ma anche e soprattutto dall’interno (come previsto dal Decreto Madia – che prevede di avviare procedure concorsuali riservate al solo personale interno per i passaggi verticali di Area) è limitato nel numero. Eppure è considerevole il numero di colleghi di II area in possesso dei requisiti per l’accesso alla III area e che svolge continuamente mansioni superiori afferenti la terza area. In attesa, quindi, del nuovo sistema classificatorio e della stipula del nuovo CCNI, la prova scritta, fortemente voluta dal nuovo Direttore dell’Agenzia ci convince perché rende il percorso selettivo più chiaro evitando così valutazioni soggettive che sono state di ostacolo, nelle precedenti selezioni, per colleghi più meritevoli.

Nei prossimi giorni sarà pubblicato il bando per le POER delle DR e delle DP (per le Direzioni Centrali – vista la mini ristrutturazione evidenziata dal Direttore come necessaria per rendere più fluido il lavoro di tutti evitando inutili duplicazioni – il bando uscirà successivamente) e la procedura sarà il più rapida possibile – anche se è stata paventata la possibilità di una mini proroga delle attuali Posizioni Organizzative.

Vi terremo aggiornati!!!

 IL COORDINAMENTO NAZIONALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.