STATUS QUO!

 Nella riunione del giorno 22 novembre Il Direttore dell’Agenzia delle Dogane, Dott. Mineo, ha illustrato una rimodulazione delle scelte e delle tempistiche adottate dal precedente Direttore inerenti la Riorganizzazione dell’Agenzia, attraverso Delibere attuative che ora vengono di fatto annullate, con conseguente nuovo esame del Comitato di Gestione.

L’attuale Amministrazione prendendo atto della non attuabilità della precedente riforma, nei tempi e nei modi ha deciso di adottare un modello organizzativo temporaneo, di 18 mesi con l’impegno di presentare il nuovo piano completo entro il mese di Giugno 2019, ed arrivare nel 2020 con la piena attuazione.
Confintesa F.P., pur condividendo la prima parte di modifica del vecchio progetto, si auspicava fin da oggi, la presentazione globale del progetto, al fine di arrivare al primo semestre del 2019 con una politica del personale chiara ed omogenea.
La riunione è proseguita con la presentazione dell’organigramma provvisorio delle strutture Centrali, Interregionali e Territoriali.
Uffici Centrali: Rimane sostanzialmente invariata la struttura con Direttore e Vice al vertice, incardina i monopoli come previsto dalla riforma con Tabacchi e Giochi e accorpa le accise per i due ex dicasteri monopoli e dogane, sostanziale cambiamento per quanto riguarda il progetto dell’incorporazione della ex Area Laboratori chimici nell’Area antifrode.
L’audit viene di fatto estrapolato dalle Direzioni Interregionali e centralizzato a livello nazionale con sede a via Carucci, su questo argomento abbiamo espresso forte perplessità di carattere organizzativo e pratico.
Uffici Interregionali: perdono di fatto il processo audit e rimangono nel medesimo pre-assetto di 10 strutture Interregionali, anche in questo caso ci saremmo auspicati un pò di coraggio nello sdoppiamento almeno di 3 direzioni Interregionali fin da subito.
Uffici Territoriali: L’Agenzia ha presentato una proposta di modello organizzativo temporaneo e valutando la possibilità di accorpamento tra accise-dogane o Laboratori chimici-Antifrode.
Per quanto riguarda l’assetto delle posizioni dirigenziali l’Agenzia prevede di sopprimere 2 posizioni di 1^ fascia e 44 di 2^ fascia con una riduzione in merito alla precedente previsione del dott. Kessler di 4 unità di Direzione.
L‘Agenzia ci ha altresì comunicato quale potrebbe essere il nuovo programma Poer:
208 POER
59 livello Centrale 37 Livello Regionale 112 Livello Territoriale
Quattro fasce di retribuzione 1) 55 posizioni 28.750 euro
2) 75 posizioni 25.703 euro
3) 42 posizioni 23.000 euro
4) 36 posizioni 20.700 euro
La selezione avverrà in tre fasi:
La PRIMA consiste in una prova scritta, quesiti a risposta multipla (massimo 15 punti con soglia di sbarramento ad 8 punti);

Pagine: 1 2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.