Avvio del tavolo di lavoro: FPSRUP 2016, FPSRUP 2017, Terza Procedura di Sviluppo Economico

FSRUP 2016 e 2017, Terza fase della procedura di sviluppo economico … varie ed eventuali

Il 15 Gennaio ha visto l’avvio il tavolo di lavoro previsto nell’accordo programmatico firmato il 28 dicembre 2018. Si è parlato, nello specifico, delle modalità di ripartizione del FPSRUP 2016 e 2017, della terza procedura di sviluppo economico e di telelavoro.

Questa Organizzazione Sindacale, pur ribadendo la necessità di aggiornare con le nuove attività la griglia del sistema premiante legato alla perfomance individuale riducendo il margine esistente tra la fascia più bassa e quella più alta, condivide ogni soluzione che consenta in tempi rapidi la corresponsione del FPSRUP 2016 e FSRUP 2017 già da troppo tempo atteso dai colleghi. Resta aperta la criticità inerente i lavoratori che sono stati impegnati nella Voluntary Disclosure con l’impegno preso dall’Amministrazione di reperire ulteriori risorse aggiuntive in maniera di non penalizzare gli altri lavoratori dell’area a loro volta fondamentali per il raggiungimento degli obiettivi prefissati. Sull’argomento il tavolo si è aggiornato ai prossimi giorni consentendo all’Amministrazione di eseguire verifiche sulle varie proposte emerse durante la discussione.

Successivamente è iniziata la discussione sulla terza procedura di sviluppo economico con decorrenza anno 2019 ed è stata unanime la volontà del tavolo, sia parte sindacale che Amministrazione sul garantire il passaggio economico ai colleghi non ancora transitati nelle precedenti procedure. La discussione è proseguita in data odierna con l’avvio di un tavolo tecnico all’interno del quale si sono ricercate soluzioni atte a migliorare i precedenti accordi già sottoscritti.

Infine è stata avviata la discussione inerente il nuovo accordo sul telelavoro. L’impegno dell’Amministrazione è di mettere a disposizione circa 400 posti in aggiunta a quelli già assegnati precedentemente; vanno però affrontate le criticità – che sono state evidenziate dalle Organizzazioni Sindacali – emerse con l’applicazione di precedenti accordi e da interpretazioni unilaterali che ne hanno impedito una uniforme applicazione sul territorio nazionale.

A conclusione dei lavori, l’Amministrazione si è impegnata a convocarci a breve per la ratifica degli accordi.

Come sempre vi terremo informati

IL COORDINAMENTO NAZIONALE

comunicato nazionale 15 gennaio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.