INCONTRO ALLA DR PUGLIA

Forme di lavoro alternative
che riescano a contemperare le esigenze del lavoratore e quelle dell’Amministrazione

Bari, 14 giugno 2019

In data 13 giugno 2019, presso la DR Puglia Agenzia delle Entrate si è tenuto un incontro che ha visto partecipi le OO.SS. firmatarie e l’Amministrazione, rappresentata dal Direttore Regionale Dott. Salvatore De Gennaro, avente ad oggetto le procedure di mobilità volontaria nazionale 2018.
Presenti per la Delegazione Trattante di Confintesa FP il Coordinatore Regionale dell’Agenzia delle Entrate Vincenzo Mottola e la Dirigente Sindacale Dott.ssa Barbara Basta.
All’apertura del tavolo, l’Amministrazione ha immediatamente fornito alle parti presenti alcuni dati relativi alla procedura di mobilità in Puglia: dei 99 lavoratori, risultati vincitori all’esito del procedimento, solamente 56 hanno poi di fatto accettato il trasferimento in Puglia.
Tra i dati forniti dall’Amministrazione è anche emerso che tra i 56 lavoratori:

  • 22 risultano già distaccati nella Regione;
  • solo 47 su 56 hanno espresso preferenze sulla sede di destinazione.

Scopo principale del tavolo è stato l’individuazione dei criteri da adoperare per l’assegnazione alle sedi disponibili delle unità di personale che hanno aderito alla procedura.

Confintesa FP, particolarmente sensibile al tema oggetto del confronto, ha chiesto una maggiore considerazione nei confronti di quei Colleghi che sono già in servizio in Puglia, ma non nella sede di prima scelta.
Questi colleghi sono già reduci, per avervi partecipato negli anni scorsi, da altre procedure di mobilità e ormai da lungo tempo cercano di ottenere un trasferimento nella sede pugliese desiderata.
Considerando l’estensione della nostra Regione, per molti di questi lavoratori la procedura di mobilità significa un ricongiungimento con la famiglia o comunque la possibilità di raggiungere più agevolmente la sede di lavoro.
Il nostro invito rivolto all’Amministrazione e condiviso anche dalle altre OO.SS., è stato quello di riconoscere a questi lavoratori un punteggio aggiuntivo che li aiuti a non essere scavalcati nella graduatoria dai lavoratori provenienti da altre Regioni che, essendosi collocati in una posizione superiore, potrebbero occupare le sedi da loro già prescelte.
I dati forniti dall’Amministrazione restano comunque abbastanza confortanti, poiché è emerso che solamente 7 dei 56 lavoratori che hanno partecipato alla procedura non verranno assegnati alla sede di prima scelta.
Anche per questi colleghi però vi sono buone notizie, perché nel corso del confronto l’Amministrazione ha dimostrato una buona apertura verso le richieste avanzate dagli esponenti delle OO.SS..
L’Amministrazione infatti, al termine del tavolo, ha comunicato ai presenti che ai 7 lavoratori interessati verrà comunque assegnata la sede che coincide con la seconda opzione di scelta formulata nella domanda e che seguiranno ulteriori tavoli per trovare la soluzione che consenta a questi Colleghi di essere collocati presso la sede desiderata, ricorrendo eventualmente anche a forme di lavoro alternative che riescano a contemperare le esigenze del lavoratore e quelle dell’Amministrazione.
A breve seguirà un ulteriore comunicato con l’indicazione dei dettagli e dei dati ufficiali relativi alla procedura di mobilità che riguarda gli uffici dell’Agenzia delle Entrate della Puglia.

Vi terremo informati.

IL COORDINAMENTO REGIONALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *