SULLA VIA DI DAMASCO … UN BICCHIERE MEZZO VUOTO

(dopo scioperi, presidi, manifestazioni ed assemblee sui posti di lavoro)

Pensare che quanto sta avvenendo in ARAN nella Commissione Paritetica sulla revisione del sistema di classificazione professionale per il Comparto delle Funzioni Centrali non c’entri con le Agenzie Fiscali e con i suoi lavoratori sarebbe ingenuo.

Confintesa Funzione Pubblica già nella scorsa tornata di confronto contrattuale (triennio 2016-2018) aveva presentato un’ipotesi di riordino della classificazione professionale sulle tre aree (previste per legge) inserendo una Area Quadri.

Nella Commissione sopra citata, nata proprio perché l’ultimo CCNL aveva lasciato irrisolta la grande questione della classificazione del personale, pian piano si sta facendo strada la nostra ipotesi.

Proprio la peculiarità delle Agenzie Fiscali, nel complesso panorama del Pubblico Impiego, si gioverebbe particolarmente di questa nuova ipotesi di inquadramento, sicuramente più aderente alla realtà.

Ed allora, come sulla via di Damasco, assistiamo ad alcune importanti “conversioni”.

E la cosa non può che farci piacere, perché c’è un vero bisogno di aggiornare un sistema classificatorio obsoleto ed inefficace che tanto sta facendo penare i lavoratori.

La verità è nei fatti, verificabile nei documenti agli atti, e Confintesa F.P. è stata la prima a suggerire un reinquadramento funzionale e l’istituzione dell’Area Quadri.

Starebbe anche ai nostri vertici sostenere questa ipotesi, visto che andrebbe a normare in modo finalmente inattaccabile un quadro organizzativo che non riesce a trovare una continuità normale.

*****************

Intanto ieri si è tenuta una riunione con le principali sigle sindacali presso il Dipartimento delle Finanze sulleConvenzioni MEF – Agenzie Fiscaliper gli anni 2019-2021che ha visto la presenza del Viceministro Misiani oltreché dei Direttori Generali delle Entrate, Maggiore, delle Dogane, Mineo, e delle Finanze, Lapecorella.

Desolante la risposta che il vertice politico ha dato il giorno 12 novembre ai rappresentanti dei lavoratori delle Agenzie durante il periodico incontro in scadenza di convenzioni.

È stato presentato per l’ennesima volta il copia e incolla di un volume convenzionale che ormai nessuno più sfoglia, dove commissioni tecniche di valutazione mai si riuniscono per valutare il nulla in cui versano le Agenzie Fiscali.

Il Direttore del Dipartimento delle Finanze ci informava che a partire dal 2018 andrà a regime il nuovo meccanismo di finanziamento delle Agenzie, che prevede tra l’altro che tutto il salario accessorio sia inserito nella convenzione annuale tra il MEF e le Agenzie Fiscali calcolato in base a quanto previsto dall’art.1, comma 7 del decreto legislativo 157 del 2015.

Confintesa FP si auspica che questo permetta di accelerare i tempi di erogazione, tuttavia deve essere superata la norma stabilita con la spending review che prevedeva un tetto di spesa predefinito, per cui qualsiasi accantonamento o recupero di risorse diventava inutilizzabile.

La partecipazione del Viceministro è stato comunque un segnale apprezzato da parte di Confintesa FP e di tutte le OO.SS., erano anni che a questi incontri non si presentava il Governo.

Ed è stata quindi un’occasione per presentare alla parte politica le criticità in cui si trovano ad operare le Agenzie Fiscali sia in termini di vuoti di organico, sia in termini di calcolo degli incentivi e salari accessori, sia in termini di «mani legate» (specialmente per le Entrate nella lotta all’evasione) che ricordiamo ha visto i lavoratori delle entrate impegnati nelle voluntary e poi non remunerati come promesso.

Per il resto il Viceministro stesso, pur dimostrando di aver ben compreso le problematicità presentate, ha però ritenuto opportuno rinviare una risposta a quando la Manovra Finanziaria attualmente in lavorazione avrà assunto una forma più definita ed ha quindi lui stesso voluto fissare un nuovo incontro con i sindacati per il 10 dicembre presso il MEF.

Vi terremo aggiornati.     

IL COORDINATORE DOGANE
Marco Bono
IL COORDINATORE ENTRATE
Paolo Calì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.