PAROLA D’ORDINE: CORRETTEZZA

Siamo ancora noi, sì quella sigla sindacale che avete conosciuto maggiormente in questi giorni duri, sempre presenti al vostro fianco chiedendo solo la vostra attenzione e consenso.

Umili nel nostro fare quotidiano, non sventoliamo bandiere di vittoria, in quanto consci del nostro ruolo, ma solo quella della ostinata consapevolezza del credere in quel che ci proponiamo di difendere.

Vogliamo dare una certezza: quel che scriviamo è tutto documentato. A fronte del nostro impegno a scrivere, pubblicare sul sito e sui social, chiediamo ai colleghi la pazienza di leggere e di approfondire senza limitarsi ad ascoltare a chi “grida più forte”.

Ebbene sì, dopo tanto scrivere e argomentare ai direttori delle diverse Direzioni Regionali e Provinciali di questa amministrazione, possiamo dire che non sbagliavamo nel sostenere che non si poteva derogare dalle norme del CCNL in tema di ferie pregresse non godute e rinviate per indifferibili esigenze di servizio, anche e soprattutto in regime di lavoro ordinario come è il lavoro agile.  Diamo atto al Capo Divisione, interlocutore di questa Amministrazione, nella persona del Dott. Palumbo di aver celermente verificato e accolto le ragioni espresse in materia, confermando l’istituto delle ferie regolato dal CCNL in applicazione del lavoro agile, diffondiamo la nota affinché possa essere un utile richiamo per tutti gli altri.

Siamo contenti per i lavoratori, che da più parti rassegnati sono stati costretti ad accettare e rispettare i dettami di disposizioni impartite da diversi Direttori Provinciali prima che gli stessi chiarissero, come abbiamo fatto noi, con i loro preposti superiori, senza interpretare a danno del personale.

Siamo dispiaciuti, perché non tolleriamo i personalismi mentre amiamo il confronto sincero e costruttivo, privo di preconcetti, capaci di intercettare il malumore e trasformarlo con il buon senso in un valore aggiunto per tutti. Tutto è bene quel che finisce bene.

Lo ripetiamo, auspichiamo al dialogo chiaro, ad un confronto collaborativo se pur rappresentato da interessi diversi, non contrapposti ma convergenti, sostenuto attraverso le nostre rappresentanze locali.

Noi continuiamo a lavorare (da casa), se avete segnalazioni scrivete a entrate@confintesafp.it  interverremo.

Segretario Generale

(Claudia Ratti)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.