Le ferie e le discutibili diseguaglianze

Agenzia delle Entrate

Al Direttore Regionale Puglia Dott. SALVATORE DE GENNARO

Ai Direttori Provinciali

Dott. Francesco Paolo CHIMIENTI

Dott. Adolfo DEL GIACCO

Dott. Michele GAMMAROTA

Dott.ssa Antonella ROTELLO

Dott.ssa  Valentina SALICE

loro sedi

e pc.   Al Capo Divisione Risorse

Dott. Carlo PALUMBO

Via Giorgione, 159 Roma

OGGETTO: FERIE RESIDUE ANNO 2019

Egregio Direttore Regionale dott. De Gennaro,

egregi Direttori delle Direzioni Provinciali,

sembrerebbe inutile rimarcare quanto stia accadendo in questo momento emergenziale, avvertito solo marginalmente da codesta dirigenza, ma si rende necessario, perché ogni decisione intrapresa, non prevista e che comprime i diritti dei lavoratori si ripercuote in modo significativo sulla vita delle persone.

Giorno dopo giorno, si fa strada l’idea, sperando di sbagliare, che questa emergenza sanitaria affrontata negli uffici territoriali, purtroppo non con la dovuta attenzione, perda il suo vero significato per cui è stata indetta, vale a dire la massima tutela della salute. Questo lo diciamo perché, l’atteggiamento a cui abbiamo assistito in più fasi, si è dimostrato in una resistenza a recepire l’ordinarietà del lavoro agile, sostitutivo del lavoro in presenza.

Il personale e noi, abbiamo provato a comprendere fino all’inverosimile, cedendo in alcuni casi anche a decisioni poco virtuose, quando su chiusure di alcuni uffici territoriali a causa di contagio da Covid-19, sono state imposte le ferie ad alcuni dipendenti e non la sospensione dal servizio come invece avrebbe dovuto essere, per sanificare quegli ambienti che già in precedenza se ne chiedeva di provvedere alla sanificazione.

Poi ci siamo chiesti perché, quale fosse la ratio di quelle decisioni, nell’incomprensibile messa in scena di una sovraordinata responsabilità d’istituto rispetto a quella di una compressione dei diritti dei lavoratori, ma non ne abbiamo trovato giustificazione.

Ma noi ci siamo, superando le difficoltà andiamo avanti, sostenendo proprio quei lavoratori in relazione dei quali esiste un direttore, una posizione lavorativa, un lavoro, un personale che per necessità ed esigenze dovrebbe trovare proprio nei Direttori Provinciali un riferimento in quel ruolo, da sempre propinato senza comprenderne bene il senso, del buon “padre di famiglia”.

Oggi ci troviamo per l’ennesima volta ad accendere un faro sui territorio, per un argomento a dir poco scontato, quello delle ferie, tanto da chiederci, quanti altri decreti, direttive, disposizioni, normative, devono ancora essere scritte per dire una cosa semplice e concreta, tra le altre cose già presente  e regolato dal CCNL.

Speriamo di non arrivare a chiedere un Concilio Vaticano!

Qualsiasi cosa si tenta di aggiungere, sottolineare, sottoscrivere sul tema è stata già detta.

Pertanto vi chiediamo che sia dato seguito anche a livello territoriale, a quanto scritto dal Capo Divisione – Divisione Risorse (che ad ogni buon fine si allega in copia alla presente), perché i lavoratori non comprendono le motivazioni che muovono certe scelte in netta contraddizione con quelle fatta sul territorio nazionale.

Nel restare in paziente attesa di positivo riscontro, porgiamo Cordiali saluti

Segretario Generale

(Claudia Ratti)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *