FLASH 2020 N. 21 – ASSUNZIONI E PASSAGGI D’AREA

Nella mattinata di oggi, 23 dicembre 2020, si è tenuto, presso la biblioteca della  sede di Largo Leopardi ed in streaming tramite Skype, un incontro tra il Direttore generale Ernesto Maria Ruffini e tutte le Organizzazioni sindacali sia di Comparto che di Area. L’incontro è stata l’occasione per formulare i nostri auguri per le imminenti feste natalizie sia al Direttore che ai nostri colleghi del sindacato.

Ma è stata anche l’occasione per discutere di vari temi che interessano tutti i lavoratori. In particolare il Direttore ha colto l’occasione per esporci a grandi linee le modifiche all’assetto organizzativo degli Uffici Centrali nonché dell’Audit regionale, varato nei mesi scorsi dal Comitato di Gestione, nonché il vasto piano di assunzioni che porterà al ricambio di quasi quattromila colleghi che sono andati o stanno andando in pensione.

Questa massiccia iniezione di nuove forze nell’Agenzia sarà anche preceduta da una nuova procedura di passaggio d’area che vedrà settecento impiegati di II area divenire funzionari di III. A questo passaggio d’area non possiamo che dare il nostro plauso visto che era una dei punti della piattaforma da noi presentata a marzo scorso (punto 8.2). Magari il numero di settecento posizioni non accontenterà tutti i colleghi, che con anni ed anni di anzianità di servizio hanno maturato una importante esperienza  ma è comunque sicuramente un apprezzabile passo in avanti.

A margine dell’incontro odierno, il direttore del personale, Roberto Egidi, ha anche ribadito la necessità ed urgenza di riprendere il filo della discussione intorno ad un altro tema importante come quello dei funzionari direttivi, che si era bruscamente interrotto ad inizio  Novembre.

Concludiamo la presente, a nome di tutta la segreteria di Coordinamento Nazionale, porgendo a tutti gli iscritti alla nostra sigla ed a tutti i colleghi dell’Agenzia i nostri sinceri Auguri di un sereno Natale da poter passare tra gli affetti familiari.

Roma, 23 dicembre 2020

ESTRATTO DELLA NOSTRA PIATTAFORMA:

« 8.2. Passaggio interno tra le aree

Aprire ad una carriera interna è assolutamente necessario se si vuole una amministrazione dinamica: una dinamicità di carriera non può che esprime una dinamicità anche in termini di lavoro, al contrario annichilire ogni aspettativa nei dipendenti non può che distruggere anche la voglia di lavorare.

Questo è verissimo nel caso dei funzionari di III area che oramai hanno visto svanire ogni possibilità di approdare alla dirigenza, ma è altrettanto vero per il personale di II area che ha visto chiudersi ogni spiraglio di progressione in III area.

Proprio i dipendenti di II area in molti casi hanno anche raggiunto da anni il massimo livello di progressione economica (A2-F6) e sono lì, fermi: non solo impossibilitati a qualsiasi miglioria, ma anche mortificati dal vedere arrivare direttamente in III area i neoassunti freschi di università, ma assolutamente privi di quel bagaglio di conoscenza e capacità che solo anni ed anni di esperienza possono dare.

Se a questo si aggiunge il fatto che, non esistendo un mansionario, capita di sovente che i medesimi incarichi sono assegnati indistintamente ai dipendenti di II e di III area, la beffa è completa: medesimo lavoro, ma diverso trattamento!

A questa situazione svilente si deve chiedere di porre rimedio con l’apertura di passaggi interni tra le aree, che premi le capacità dimostrate in anni ed anni di servizio e riconosca l’esperienza che gli «anziani» possono insegnare ai neoassunti.

Il personale dipendente non ha bisogno di ulteriori illusioni, ha bisogno di certezze, di soddisfazioni.»

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.