PASSAGGI ECONOMICI: I LAVORATORI ATTENDONO RISPOSTE CONCRETE!

Ieri, 27 dicembre 2021, si è concluso il primo confronto sulle Procedure Selettive di Sviluppo Economico anno 2021. 

Sul punto, la proposta dell’Amministrazione è stata quella di stanziare circa 25 milioni di euro da destinare al passaggio di fascia economica di circa 12.500 lavoratori (rappresentativi del 49% dei dipendenti con almeno 2 anni di anzianità nella stessa fascia economica a far data dal 01/01/2021).

Aver fissato la riunione nel periodo post natalizio nonché a ridosso di fine anno, non ha certamente aiutato il normale svolgimento del confronto tra le parti: troppa frenesia, molta stanchezza e poca lucidità. Tuttavia, è da apprezzare la grandissima forza di volontà messa in campo per tentare di concludere, in tempi record, un accordo che avrebbe sicuramente portato notevoli benefici a gran parte dei lavoratori.

Confintesa, sin da subito, ha manifestato, senza troppi giri di parole, la piena volontà e disponibilità a trovare una soluzione, ancor prima della fine dell’anno. 

Abbiamo chiarito con fermezza di essere pronti e disponibili a firmare senza esitazione la proposta dell’Amministrazione, a nostro avviso molto lineare ed immediata nella sua fattibilità, o qualsiasi altra proposta migliorativa.

Un accordo di programmazione sembrava quindi fosse stato raggiunto mediante l’attivazione di tre procedure che, ribadiamo, avrebbero consentito la progressione economica alla maggior parte dei lavoratori. Le prime due procedure avrebbero trovato attuazione attraverso le regole del vigente contratto mentre la terza procedura, avrebbe utilizzato i criteri del nuovo contratto, con l’intenzione di salvaguardare sia le fasce attualmente più penalizzate, sia il passaggio degli attuali “apicali” che con le vecchie regole, ad oggi, sarebbero tagliati fuori.

Purtroppo, il tavolo di confronto è saltato per ragioni che non giustificano alcuni comportamenti delle parti, tali per cui non si è addivenuto ad un accordo. 

Noi di Confintesa auspichiamo che, durante la trattativa di domani, si giunga ad un accordo che soddisfi  il maggior numero di lavoratori che attendono risposte concrete.

Ci sembra doveroso sottolineare che la nostra funzione è quella di essere al servizio degli interessi dei lavoratori, motivo per cui esortiamo tutte le altre forze in gioco a collaborare fattivamente, per addivenire in tempi brevissimi alla conclusione dell’accordo, la cui sottoscrizione ci viene richiesta a gran voce da tutti i colleghi che da diversi anni aspettano il legittimo riconoscimento di una progressione economica.

Il Vice Coordinatore
(Salvatore Spina)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.